Archivio

Appuntamenti

« Settembre 2017 »
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

News

news 1 di 2

Nel mese di settembre la Segreteria sarà aperta:

Il martedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Il giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00

Il sabato dalle ore 10:00 alle 12:00


news 2 di 2

Dal giorno 

4 settembre

al 29 settembre

saranno aperte 

le iscrizioni

per l'anno 2017/2018


Rassegna stampa / Articoli 2011 / CONSIGLI DI DON M. FERRARI

Ci avviciniamo al Natale ed ogni famiglia si trova a dover scegliere regali che possano essere non troppo costosi e nello stesso tempo utili. Come fare?

Sentiamo i suggerimenti di don Mario Ferrari, professore di Psicologia della Religione nella nostra scuola:

Prima di tutto non servono regali ipercostosi: l'importante è che il regalo sia sicuro e accenda la fantasia e la creatività dei bambini. I seguenti consigli per gli acquisti arrivano dagli psicologi del Bambin Gesù di Roma. L'Ospedale Pediatrico romano ha redatto due decaloghi, uno per suggerire un acquisto consapevole di doni a misura di bambino, l’altro per tutelare l'incolumità fisica del bambino.

I consigli per l’acquisto del regalo

  • I genitori dovrebbero prediligere giocattoli che permettano un intervento attivo del bambino, che cioè si prestino a diversi utilizzi e trasformazioni che stuzzichino la fantasia del bambino.
  • Non bisogna però esagerare con i giocattoli 'intelligenti', con finalità didattica ed educativa: il bambino impara e cresce soprattutto fingendo, inventando, costruendo, recitando una parte;
  • favorire, man mano che il bambino cresce, giochi da condividere con altri;
  • non farsi intrappolare dalla pubblicità, non è necessario scegliere giochi proposti dalla moda del momento, qualche volta si può optare per un giocattolo 'alternativo' che salvaguardi sicurezza, divertimento e portafoglio.
  • Non bisogna utilizzare nella scelta il solo parametro economico, un giocattolo costoso non è una garanzia di apprezzamento per il bambino, l'importante è che il dono susciti curiosità, divertimento e interesse duraturo.
  • E alla fine, quando il bimbo lo scarterà, ecco la regola più importante: lui, qualunque sia il gioco ricevuto, non vede l'ora di giocarci con mamma e papà, che devono condividere con lui i suoi percorsi fantastici e creativi. Allora sì che il regalo sarà perfetto.

                                                                                                              Don Mario Ferrari

 

 

Articolo degli studenti della SDFT

Pubblicato su “La Settimana” del 18 dicembre 2011