Archivio

Appuntamenti

« Maggio 2017 »
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

News

news 1 di 1

26 maggio 2017

ore 21:00

Cena di fine anno

prenotazioni entro

mercoledì 24 maggio


Il Percorso di studi / Materie del 2° anno

PROGRAMMI DEI CORSI ATTIVATI NELL’ANNO 2016-2017

 

SECONDO ANNO

 

1.    INTRODUZIONE AL NUOVO TESTAMENTO:

VANGELI SINOTTICI, ATTI DEGLI APOSTOLI, OPERA GIOVANNEA

prof. fra Luca TRIVELLATO

 

Corso di 24 ore.

 

FINALITÀ GENERALE

Il corso si propone di introdurre alla letteratura del Nuovo Testamento. Vangeli sinottici, Atti degli Apostoli e Opera Giovannea sono «testimonianza perenne e divina» del mistero del Verbo fatto carne, Gesù, Cristo e Signore, rivelato dallo Spirito santo alla sua chiesa (DV 17).

OBIETTIVI SPECIFICI

Obiettivo fondamentale del corso è dare le chiavi per la lettura e la comprensione del Nuovo Testamento: il contesto storico, culturale, linguistico, politico, sociale, religioso di origine.

BLOCCHI TEMATICI E CONTENUTI

1. Questioni introduttive al Nuovo Testamento: il giudaismo e l’ellenismo. 2. L’origine e la formazione dei vangeli: la formazione del Canone; la questione sinottica. 3. I Vangeli sinottici. 4. Gli Atti degli Apostoli. 5. L’Opera Giovannea.

METODOLOGIA

Lezioni frontali interattive con lettura di testi scelti in traduzione.

BIBLIOGRAFIA

La Bibbia di Gerusalemme, Bologna 2009, (EDB) [testo base];
Brown R. E., Introduzione al Nuovo Testamento, Brescia 2001, (Queriniana);
Fabris R., Introduzione generale alla Bibbia, Leumann (Torino) 1994, (Logos Corso di Studi Biblici 1, Elle Di Ci);
Ghiberti G., Opera Giovannea, Leumann (Torino) 2003, (Logos Corso di Studi Biblici 7, Elle Di Ci);
Aguirre Monasterio R. - Rodriguez Carmona A., Vangeli Sinottici e Atti degli Apostoli, Brescia 1995, (Introduzione allo studio della Bibbia 6, Paideia)

Marguerat D., ed., Introduzione al Nuovo Testamento. Storia – redazione – teologia, Torino 2004, (Biblica Strumenti 14, Claudiana);
Rossano P. – Ravasi G. – Girlanda A., ed., Nuovo Dizionario di Teologia Biblica, Cinisello Balsamo (Milano) 1988, (San Paolo).

 


 

 

2. TEOLOGIA DOGMATICA I

Cristologia

prof. P. Gianluigi PASQUALE ofm cap.

 

Corso di 24 ore di lezione

 

FINALITÀ GENERALI

Introdurre alla centralità del mistero di Gesù Cristo per la vita di fede personale, innestandolo nella riflessione teologica, all’interno del pluralismo religioso contemporaneo.

OBIETTIVI SPECIFICI

Il Corso illustra la «scelta cristologica» attuata da tutta la Teologia del secolo XX, ossia la comprensione del Dio trinitario partendo dalla visione del volto singolare di Gesù Cristo, «vedendo il quale si vede anche il Padre» (Gv 14,9).

BLOCCHI TEMATICI

La sezione introduttiva delimita il luogo, i compiti della cristologia oggi e la rilevanza teologica della«historia Jesu», al di là della superata contrapposizione tra una cristologia «dall’alto» e un’altra «dal basso». Nella seconda sezione viene visualizzata la struttura biblica della cristologia, la quale, essendo soteriologica, segna il trapasso dalle attese di salvezza di Israele fino al loro compimento in Gesù di Nazareth, profeta del Regno, Figlio del Padre e inviato dallo Spirito, crocifisso e risorto per la salvezza di tutti gli uomini. Nella sezione terza si studia l’influenza della cristologia patristica sull’«intelletcus fidei» (controversie trinitarie, Ario e i Simboli niceno, costantinopolitano primo, efesino, calcedonese, secondo e terzo costantinopolitano) al fine di determinarne il conio dogmatico presente nel Magistero e nella predicazione della Chiesa: unicità della persona del Signore Gesù Cristo a partire dal mistero dell’incarnazione, centralità della risurrezione di Cristo crocifisso, unità e continuità della cristologia del Nuovo Testamento. Nella quarta sezione ci si apre al dibattito della cristologia contemporanea, studiando la funzione per la teologia dell’unicità e dell’universalità di Gesù Cristo in rapporto alle altre religioni. (Dei Verbum 4).

METODOLOGIA

Il Corso viene condotto con lezioni frontali durante le quali il Docente farà in modo di interagire con gli Studenti, rispondendo ad eventuali domande che si ponessero. Ad ogni lezione verrà consegnato uno schema guida e, alla fine, delle Dispense. Il colloquio d’esame verterà su un tesario opportunamente redatto dal Docente.

BIBLIOGRAFIA

Testo base:

Dupuis J., Introduzione alla cristologia, (Introduzione alle Discipline Teologiche 6), Piemme, Casale Monferrato (AL) 19972.

Testi consigliati:

Ciola N., Introduzione alla cristologia, (Universale Teologica 2), Queriniana, Brescia 19912.

Battaglia V., Gesù Cristo luce del mondo. Manuale di cristologia, Biblioteca Manualia 4, Edizioni Antonianum, Roma 20133,

Dupuis J., Introduzione alla cristologia, (Introduzione alle Discipline Teologiche 6), Piemme, Casale Monferrato (AL) 19972.

Amato A., Gesù il Signore. Saggio di cristologia, (Corso di Teologia Sistematica 4), EDB, Bologna 19995.

Serenthà M., Gesù Cristo, ieri, oggi e sempre. Saggio di Cristologia, LDC- Leumann-Torino 19914.

Pasquale G., Sull’unicità della persona di Gesù Cristo. Un saggio di grammatica teologica, in «Ricerche Teologiche» 14 (2003), pp. 319-341.

 


 

 

 

3. TEOLOGIA PASTORALE I

prof. don Mario Lucchiari

 

 

Corso di 18 ore di lezione.

 

FINALITÀ GENERALI

Comprendere la teologia pastorale come disciplina teologica che riflette, in modo criticamente fondato, sull’azione pastorale.

OBIETTIVI SPECIFICI:

  1. Imparare a riflettere in termini teologici sulla pastorale
  2. Imparare a valutare e migliorare l’azione pastorale (prassi-teoria-prassi), con riferimento ad un tema specifico

BLOCCHI TEMATICI E CONTENUTI

  1. L’azione pastorale della Chiesa: breve excursus storico; la “pastorale” nel Concilio Vaticano II
  2. La teologia pastorale: riflessione scientifica sulla Chiesa nel suo edificarsi quotidiano, con la forza dello Spirito, dentro la storia.
  3. Tema di pastorale: il ministero dei laici nella vita della Chiesa

METODOLOGIA

Lezioni frontali con contributi degli studenti

BIBLIOGRAFIA

Materiale trasmesso dall’insegnante

Testo di base (non obbligatorio)

VILLATA G., L’agire della Chiesa. Indicazioni di teologia pastorale, EDB, Bologna 2014.

 


 

 

 

4. LITURGIA I

prof. Marco MENABO’

 

Corso di 14 ore di lezione.

 

FINALITA’ GENERALI

Introduzione alla liturgia come celebrazione del mistero di Cristo, attraverso uno sguardo storico-antropologico e pastorale.

OBIETTIVI SPECIFICI

La celebrazione del Mistero di Cristo nella vita della Chiesa per ritus et preces.

BLOCCHI TEMATICI E CONTENUTI

  1. Principi fondamentali

1.1. Natura e ruolo della liturgia

1.2. I testi fondamentali fino alla Mediator Dei

1.3. Sacrosantum Concilium: la Costituzione conciliare sulla “Sacra Liturgia”

1.4. Cenni di diritto liturgico;

  1. Panorama storico

2.1. Le radici biblico-giudaiche del culto cristiano

2.2. Panorama storico della liturgia (rito romano)

  1. I riti cristiani

3.1. La celebrazione del mistero di Cristo nel tempo: l’anno e il giorno liturgico

3.2. La formazione del calendario

3.3. La formazione, teologia e struttura della Liturgia Horarum

  1. Questioni complementari

4.1. Lo spazio liturgico

4.2. La musica per la liturgia

4.3. I libri liturgici

4.4. I ministeri liturgici

METODOLOGIA

Lezioni frontali. Utilizzo di presentazioni in PowerPoint. Il corso si concluderà con un esame orale.

BIBLIOGRAFIA

La bibliografia verrà consegnata all’inizio del corso.

 


 

 

 

5.    TEOLOGIA  MORALE  I

prof. fra Rodolfo ZECCHINI

 

Corso di 20 ore di lezione.

 

OBIETTIVO DEL CORSO

Lo scopo del corso, che inaugura i trattati di teologia morale, è di presentare una riflessione che permetta di cogliere la fondamentale distinzione tra la teologia morale e l’etica di Cristo, mostrandone i caratteri antitetici, più che le naturali convergenze, così che l’etica di Cristo appaia  come un’etica ‘laica’, più che un’etica ‘religiosa’, ossia un’etica conforme alla vera natura dell’uomo, alle sue predisposizioni e al suo innato desiderio di felicità, un’etica in grado di offrire risposte più adeguate ai problemi di un mondo secolarizzato, ma non per questo meno ‘cristiano’, in cui emergono  sensibilità e attese nuove rispetto al passato. 

PROGRAMMA DEL CORSO

  1. La teologia morale nella storia
  2. Autonomia morale ed etica di fede
  3. Bene e male: i concetti fondamentali dell’etica
  4. Le massime etiche del nostro tempo
  5. L’etica di Cristo
  6. Il peccato nei vangeli
  7. Etica della sovranità. Il primato della persona
  8. Il  ruolo del giudizio nel conflitto morale

METODOLOGIA

Il corso consisterà principalmente in lezioni frontali da parte del docente, anche attraverso un confronto con le opinioni e le esperienze personali degli studenti.

BIBLIOGRAFIA

Testo base:

C. ZUCCARO, Teologia morale fondamentale, Queriniana, Brescia 2013

 Testi di approfondimento:

E. CHIAVACCI, Invito alla teologia morale, Queriniana, Brescia 1995

G. PIANA, In novità di vita, vol. I: Morale fondamentale e generale, Cittadella Editrice, Assisi   2012

G. PIANA, Introduzione all’etica cristiana, Queriniana, Brescia 2014

B. HAERING, Liberi e fedeli in Cristo, 3 volumi, Edizioni Paoline, Roma 1980

J. M. CASTILLO,  Fuori dalle righe. Il comportamento del Cristo, Cittadella Editrice, Assisi 2012

W. SCHRAGE, Etica del Nuovo Testamento, Introduzione allo studio della Bibbia. Supplementi 4,  Paideia, Brescia 1999

D. MIETH - J. P. WILS – G. FRANCESCONI, Concetti fondamentali dell’etica cristiana, Queriniana, Brescia 1994

 


 

 

 

6. STORIA DELLA CHIESA II

prof. Silvio CECCON

 

Corso di 16 ore di lezione.

 

FINALITÀ GENERALI

Acquisire gli strumenti necessari per capire la Chiesa di oggi a partire dal suo passato, tramite la conoscenza critica delle sue principali vicende nel corso del tempo.

OBIETTIVI SPECIFICI

1. Fornire le coordinate storiche e gli strumenti per poter riflettere sulle vicende della Chiesa in età moderna e contemporanea.

2. Conoscere i temi fondamentali della storia della Chiesa dal XIV secolo ad oggi.

BLOCCHI TEMATICI E CONTENUTI

1. Sguardo panoramico sulla Chiesa a partire dal tardo medioevo.

2. Il periodo avignonese e gli scismi d’occidente

3. Dal medioevo al rinascimento e all’età moderna: Lutero e la riforma

4. Il concilio di Trento e la riforma cattolica

5. La Chiesa missionaria oltre l’Europa e la chiesa contestata in Europa

6. L’Ottocento e Pio IX

7. La chiesa a confronto con il XX secolo: la grande guerra, fascismo e nazismo, seconda guerra mondiale

8. La Chiesa d’oggi: il Concilio vaticano II; da Giovanni Paolo I a Francesco I

METODOLOGIA

Lezione frontale e partecipata; lettura di fonti; visione di libri; appunti.

BIBLIOGRAFIA

Manuale in uso: M.Lemonnier-S.Ceccon, Storia della Chiesa, Edizioni ISG, nuova edizione, Vicenza 2013; appunti.

Per chi volesse approfondire, August Franzen, Breve storia della Chiesa, Queriniana, Brescia (una qualsiasi edizione); G.L.Potestà-G.Vian, Storia del cristianesimo, Il Mulino, Bologna 2010 e altri testi consigliati durante le lezioni.