Archivio

Appuntamenti

« Luglio 2017 »
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

News

news 1 di 2

Nella Bacheca

nuova

iniziativa

CENTRO MARIANO


news 2 di 2

Nella Bacheca

nuova iniziativa

Apostolato

Biblico

Diocesano


Rassegna stampa / Articoli 2012 / Corso di morale sociale

Nello svolgimento del corso di Teologia Morale Sociale è previsto lo studio delle Encicliche Sociali e dei documenti Magisteriali sull’ argomento.

Invece di adottare per lo studio solo alcuni dei testi dalla vasta bibliografia riguardante questi temi, il professore, don Pier Antonio Castello, ha proposto a noi studenti l’opportunità di un incontro diretto ciascuno con un documento, enciclica o discorso, da analizzare, per realizzare uno studio personale da condividere, poi, con la classe. Il professore ha ritenuto gli elaborati particolarmente esaustivi e ha quindi deciso di raccoglierli in modo organico in una pubblicazione. Al di là della soddisfazione di vedere le proprie fatiche pubblicate, questo modo di procedere ci ha introdotto in percorsi di consapevolezza e responsabilità, stimolandoci ad ulteriori approfondimenti, ben favoriti dalla ricchissima bibliografia che il professore ci ha indicato. Lo spirito del suo/nostro approccio ben si ritrova in questa nota al termine del lavoro:

“Viviamo in un mondo che toglie le pareti delle distanze.

Aumentano le conoscenze. Irrompono nuove domande da frontiere invisibili (clima, finanza, biogenetica) e da volti nuovi (migrazioni, culture, visioni della vita). Le relazioni corte portano il peso delle relazioni lunghe. Le risposte ricevute sono travolte da nuove domande.

La Teologia esplora nella Bibbia, vissuta dal succedersi di  generazioni guidate dal Magistero e illuminate da testimoni, il proprio fondamento per evitare lo scoglio della blasfemia o dell’oscenità.

L’agire umano è esposto al lampo del frammento, alla quiete delle relazioni corte, all’uragano delle relazioni lunghe.

Disincanto, chiusura, angoscia, diventano possibili derive.

La Morale è chiamata a costruire nuovi ponti sulle Tavole e sul Discorso del monte.

Il credente, cittadino del Mondo e testimone del Regno, è chiamato alla condizione abramitica di contempl/attivo.

L’Orante rende le mani alzate nell’Orto, braccia allargate sulla Croce.”

Tutti gli studenti che hanno seguito il corso di Morale Sociale colgono l’occasione per ringraziare don Pier Antonio Castello, per il grande lavoro che ha svolto e per quanto umanamente ci ha trasmesso.

 

Articolo degli studenti della SDFT

Pubblicato su “La Settimana” del 29 gennaio 2012