Archivio

Appuntamenti

« Dicembre 2017 »
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

News

news 1 di 3

Nella

Bacheca

proposta

della Chiesa Evangelica

Battista di Rovigo


news 2 di 3

Esami di

Storia della Chiesa I e II

Venerdì 15 

dalle ore 15:00 alle ore 18:00

e Venerdì 12 gennaio

dalle ore 16:00 alle 18:00


news 3 di 3

 

Le Iscrizioni

per l'anno 2017/2018

sono aperte

contattate il n.

346 3395166


Rassegna stampa / Articoli 2012 / GIORNATA DI STUDIO - Discorso del vescovo sull'accoglienza

Il 17 febbraio scorso si è tenuta la terza edizione della giornata di studio organizzata dalla SDFT dal tema:La Vergine Maria a 50 anni dal Concilio: obiettivi raggiunti e promesse per il futuro". La collaborazione iniziata trala nostra Scuola e le Suore Serve di Maria Riparatrici ha motivato la scelta di tenere l’incontro presso il loro Centro Mariano nel giorno in cui ricorreva la solennità dei Sette Santi Fondatori dei Servi di Maria.

Tre i temi sviluppati nello svolgersi del convegno: “Maria nel mistero di Cristo e della Chiesa”, a cura di sr Elena Zecchini smr; “Maria nel magistero conciliare e postconciliare: ripercussioni ecumeniche”, a cura di sr M. Michela Marinello smr; “il Centro mariano: una micro realizzazione per una pietà e pastorale rinnovata”, a cura di sr M. Grazia Comparini smr. Ai lavori, inoltre, hanno partecipato S.E. Mons. Lucio Soravito De Franceschi e don Damiano Furini; preside della SDFT

Il vescovo Lucio, nel suo discorso di accoglienza, prendendo spunto dalla ricorrenza del giorno, ha ricordato la peculiare esperienza di fede e di carità che ha caratterizzato la vita dei sette Santi e ha fatto le seguenti sottolineature:

<<Il primo atteggiamento che la vita di questi Santi mi suggerisce e che mi sembra sia importante da coltivare nel cuore, è che questi Servi di Maria sono cresciuti sapendo di essere amati da Dio.

Come credenti e come studenti di teologia, è una consapevolezza che deve sempre accompagnarvi nella vostra vita spirituale. Certo la riflessione Teologica aiuta a leggere con la ragione il problema religioso sotto molti punti di vista, ma è importante che il fatto religioso, prima di essere oggetto di studio, sia un’esperienza vissuta e quest’esperienza, essenzialmente, è il fatto di essere amati da Dio.

Il secondo atteggiamento che ha caratterizzato l’esperienza di questi Santi è stata la profonda comunione fraterna.

Il messaggio che voglio lasciarvi viene dal Vangelo di Giovanni, dove Gesù prega “perché tutti siano una sola cosa ,…..perchè il mondo creda che tu mi hai mandato….” (Gv. 17, 21 e seg.)

Anche per voi, che siete studenti di teologia, è importante coltivare questa certezza: Dio è con me per aiutarmi a costruire comunione con i fratelli che ho vicino, una comunione che, pur non essendo sempre facile, ci deve portare ad accettarci nella diversità.

Voi che studiate teologia però, oltre che ad approfondire i temi della fede per voi, avete la grande missione di saperla comunicare alle persone che incontrate: non abbiate paura di rendere ragione della vostra fede, anzi siate fieri e gioiosi nel testimoniarla.

Ecco allora il duplice compito: vivere intensamente il nostro rapporto con Dio, che cammina sempre con noi, e vivere intensamente la comunione tra di noi, perché questa è la sua chiamata, per essere testimoni gioiosi della nostra fede>>.

 

Articolo degli studenti della SDFT

Pubblicato su “La Settimana” del 4 Marzo 2012