Archivio

Appuntamenti

« Marzo 2017 »
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

News

news 1 di 1

ATTENZIONE

l'esame di

TEOLOGIA MORALE II

Prof. don Pier Antonio CASTELLO

di Venerdì 7 aprile 2017

sarà 

dalle ore 16:00 alle ore 17:30


Rassegna stampa / Articoli 2012 / GIORNATA DI STUDIO - Intervento di don Damiano Furini

Oggi vi proponiamo l’intervento del preside della SDFT, don Damiano Furini, che ha aperto le riflessioni della giornata di studio  sul tema:La Vergine Maria a 50 anni dal Concilio: obiettivi raggiunti e promesse per il futuro", organizzata dalla nostra scuola in collaborazione con le suore Serve di Maria di Rovigo .

 

Nel 2006/2007 la nostra SDFT ha ripreso con forza l’attività in Diocesi, per impulso del nostro Vescovo Lucio:  fin da subito il Vescovo ha promosso e favorito la crescita di un laicato cristiano adulto, corresponsabile, missionario, preparato. Nel cammino di nuova evangelizzazione, sul quale procediamo in cordata con le altre Chiese locali che sono in Italia e con la Chiesa universale, assegnare una responsabilità di primo piano ai cristiani laici è scelta necessaria e urgente.

La promozione della SDFT è da intendersi quale luogo privilegiato di formazione teologica: conoscere le ragioni della propria fede, cercare di esprimerla con un linguaggio rinnovato, ricercare il dialogo e la collaborazione con le altre fedi e con gli uomini e le donne di buona volontà, è un impegno importante. Crediamo davvero che sostenere e mantenere in vita nella Diocesi un luogo (la Scuola appunto) di studio della teologia sia irrinunciabile. Purtroppo registriamo ancora come questo “segno” fatichi a diventare un patrimonio reale delle nostre comunità e dei nostri fratelli nella fede.

Il pomeriggio unitario di studio di oggi vede coinvolti tutti e tre i corsi della nostra Scuola: una sessantina gli iscritti. Siamo alla terza edizione dell’iniziativa. Il percorso formativo della Scuola è scandito su tre annualità (con 18 corsi e 4 seminari nel II e III anno), da una giornata annuale unitaria di studio, dalla partecipazione al Forum annuale della Federazione delle Scuole del Triveneto. Diversi altri momenti arricchiscono il cammino, come uscite, incontri conviviali, rapporti di amicizia cresciuti e consolidati, collaborazioni nate con altri soggetti ecclesiali e non.

Il momento di oggi ci vede ospiti al Centro mariano, accolti dalle suore Serve di Maria. Sono quasi 40 anni che la SDFT esiste in Diocesi: l’essere qui assomiglia molto al peregrinare del popolo di Dio nel deserto in attesa della terra promessa. Dico questo perché proprio qui per diversi anni ha vissuto la Scuola, nel suo cammino iniziale. È come un tornare alle origini, o meglio un ricordare e un ringraziare Dio per questa storia. Con le suore abbiamo aperto un importante collaborazione. Desideriamo che la presenza di Maria sia visibile anche nel cammino di formazione: proprio per questo ci teniamo alla vostra presenza come docenti e desideriamo profittare del ricco patrimonio teologico che è custodito nella vostra biblioteca. La SDFT è un po’ come il meditare della Vergine che custodiva tutte queste cose nel suo cuore.

“La Vergine Maria a 50 anni dal Concilio: obiettivi raggiunti e promesse per il futuro”. È questo il tema conduttore dell’incontro di oggi. Mettere a tema la figura di Maria è essenziale per il cammino formativo chela nostra Scuola propone.La beata Vergine Maria, infatti, ha avuto un ruolo eminente nell’assise conciliare di 50 anni orsono. La trattazione sulla beata Vergine Maria fu introdotta nella Costituzione sulla Chiesa, anche se alcuni Padri sostenevano che solo un documento separato avrebbe potuto esprimerne la dignità, la preminenza, l’eccezionale santità e il ruolo singolare nella redenzione.  Dopo un confronto denso di dottrina e attento alla dignità della Madre di Dio ed alla sua particolare presenza nella vita della Chiesa, si decise di inserire la trattazione mariana all’interno del documento conciliare sulla Chiesa. L’accento venne posto sulla fede di Maria e sulla preoccupazione più sistematica di fondare la dottrina mariana sulla Scrittura. Il Magistero conciliare proponeva alla Chiesa una esposizione dottrinale sul ruolo di Maria nell’opera redentiva di Cristo e nella vita della Chiesa. “Una decisione davvero provvidenziale” (Gv. Paolo II). L’incontro di oggi, le riflessioni che ascolteremo, la preghiera alla Vergine che celebreremo, ma soprattutto la collaborazione che inauguriamo con il Centro mariano siano elementi di arricchimento reciproco e di comunione nell’ambito della nostra Chiesa diocesana. Un grazie cordiale a tutti, con l’augurio di un fraterno e proficuo incontro”.

Don Damiano Furini, Direttore SDFT.

 

Articolo degli studenti della SDFT

Pubblicato su “La Settimana” dell’11 Marzo 2012